Archive for the ‘coppia’ category

Arte e donne..

24/08/2016

Mio padre mi diceva che per
far felice una donna
non ci vuole molto,
ma ci vuole molto.
Cioè, si spiegava meglio, non ci vuole molto impegno, ma ci vuole molta passione.

Non ci vogliono molti soldi, ma ci vuole molta creatività.

 Per vedere se la donna che hai accanto sta bene, tu portala a passeggiare, mi diceva.

Portala nei vicoli della città, portala a guardare le cose piccole, come le vecchiette che annaffiano dai balconi.

Che poi le passeggiate aiutano pure ad innamorarsi di più, mi diceva.

Perché quando si cammina i pensieri stupidi scorrono via, e rimane solo il presente, la bellezza del giorno, voi due.

Poi, portala a fare un aperitivo, mi diceva; quella sarà la prova del nove.

Fate un bell’aperitivo insieme, riposatevi dalla passeggiata, bevete e mangiate, ridete, diamine falla ridere.

E se dopo l’aperitivo ti dice: io ho ancora fame, andiamo a cena ?

Allora significa che quella persona sta davvero bene con te.

E felice, mi diceva.
Perché una donna quando sta bene ha sempre fame.

Gio Evan

Fonte: https://m.facebook.com/gioevan7/

P.S. Grazie a Gio Evan
Saluti

dr. De Vulvis Maximo

Annunci

Amore estivo!

17/05/2014

20140517-175028.jpg

Saluti
dr. De Vulvis Maximo

Auguri alla sexy-infermiera…

04/01/2014

20140104-091638.jpg
Vi ho a lungo raccontato, soprattutto nei mesi precedenti, come l’attività inarrestabile della mia sexy-infermiera è di vitale importanza per il corretto funzionamento della clinica.
Lei riesce sempre a tenermi a bada, ma anche a gestire con me i pazienti alla grande.

Oggi desidero augurarle Buon Compleanno, con la consapevolezza che per lei gli anni non potranno mai mutare la sua verve e la sua bellezza.

Speriamo che questi complimenti mi permettano di raccogliere qualche frutto😜.

Saluti
dr. De Vulvis Maximo

Gli opposti si attraggono…sarà vero?

31/10/2013

20131031-190708.jpg
Vi sarà capitato spesso di leggere questa frase, o sentirla dire dalle persone che vi circondano per i motivi più disparati.
Molto spesso viene usata in amore perché nel senso comune ci attira l’altro che possiede delle caratteristiche che noi non possediamo.

Ma è vero? Gli opposti ci attraggono?

Impariamo a vivere quelle emozioni o quelle condizioni vivendo in relazione con l’altro.
Spesso tutto ciò genera non pochi problemi perché invece risulta di difficile comprensione ed adattamento a lungo termine la relazione fatta su stili di vita differenti.

Possiamo raggruppare in quattro tipologie i tipi di pensiero:

Il tipo intuito: sa vedere e prevedere oltre il dato presente.
Il tipo sensazione: è concreto e vuole sempre toccare con mano.
Il tipo pensiero: analizza e scompone per vederci più chiaro.
Il tipo sentimento: è empatico e sa mettere tutti a proprio agio.

Potete riconoscervi in una di queste tipologie di pensiero e/o la persona che vi sta accanto?

Bene sappiate che dal punto di vista scientifico il senso comune trova fondamento nel fatto che effettivamente tutti gli individui sono attratti da caratteristiche altrui che vengono socialmente condivise e riconosciute come interessanti.
Un esempio su tutti, la ragazza timida che rimane affascinata dal brillante che si circonda di un alone di spregiudicatezza.
Tanto da suscitare in lei il cosidetto “spirito della crocerossina”.

Mi rimane salutarvi con l’auspicio che possiate si essere attratti ma soprattutto compensarvi con l’altra faccia della medaglia.

Saluti
dr. De Vulvis Maximo

…il gioco é sempre al centro!

18/04/2013

20130417-000602.jpg
Per riscoprire il piacere e liberarlo dai tabù e dalla noia, imparate a giocare in modo erotico. Perché spesso la routine, la monotonia e gli stereotipi fanno dimenticare fantasie e desideri, fondamentali per tenere viva la passione tra le lenzuola, e non solo. Per chi è in cerca di spunti per riattivare l’aspetto ludico della sessualità, in libreria è arrivato “Non smettere di giocare” del sessuologo Fabrizio Quattrini (Tea), un manuale con 50+1 proposte, sotto forma di giochi erotici, per provare tutte le sfumature del piacere.
Diviso in cinque aree, può essere letto insieme al proprio partner come un percorso accattivante. Si parte da idee soft, che insegnano a stimolare i cinque sensi, passando per nuove posizioni e luoghi sessuali, arrivando alla scoperta dei sex toys. E per chi vuole imparare ad esprimere con estrema libertà la propria sensualità, c’è il capitolo dedicato alla trasgressione e quello riservato al sesso estremo. Un’altra strada può essere una lettura random, per sperimentare ogni singolo suggerimento proposto, in base alle proprie attitudini.

Le 3 regole per giocare insieme
Come ogni gioco, anche quello erotico ha le sue regole. Ecco quelle fondamentali:

1. Impara a sentire. “Si parte da se stessi, per conoscere quello che realmente piace, senza autocensure. È il solo modo per passare allo step successivo, quello di aprirsi all’altro senza giudizio, conoscendo il suo modo di provare piacere”, dice il sessuologo.

2. Mai dare nulla per scontato. “Liberatevi dai pregiudizi, da quello che date per certo. Ogni persona è un mondo a sé e per fare un buon sesso è necessario chiedere e capire le esigenze intime dell’altro, che possono essere lontani anni luce dai luoghi comuni e dai consigli delle amiche” afferma l’esperto.

3. Puntate sul rispetto. “Avere riguardo di se stessi e dell’altro, permette di giocare divertendovi, arrivando anche a trasgredire o a fare del sesso estremo abbandonandovi con fiducia e serenità. Il segreto? Comunicare sempre le proprie sensazioni e trovare il giusto compromesso tra ciò che piace a tutti e due, senza mai forzare l’altro”, suggerisce Quattrini.

Quello giusto al momento giusto
Ogni momento è buono per giocare e per farlo al meglio è importante vivere a pieno ogni atto erotico senza per forza arrivare al rapporto completo. “Sia preliminari che il sesso orale devono essere visti come momento di piacere completo, perché prevedono il desiderio, l’eccitazione e l’orgasmo. Quindi non focalizzatevi solo sul sesso in sé, ma divertitevi con giochi diversi. Quelli adatti per la fase iniziale solo legati a riscoprire il piacere dei sensi, andando alla scoperta del corpo dell’altro, scovando nuove zone erogene” consiglia Quattrini. “Nella fase centrale è importante evitare stereotipi e conoscere quali sono le sensazioni realmente importanti per il nostro amante. Per farlo è importante chiedergli se gli piace quello che si sta facendo, cosa sente in quella posizione, senza mai dare nulla per scontato. Nel post-orgasmo, invece, via libera alle coccole per ritrovarsi, dopo il momento egoistico dell’orgasmo. Ad esempio, si può fare la doccia assieme”.

Mettetevi in gioco
Anche nell’autoerotismo è importante tirar fuori la parte giocosa, per entrare meglio in contatto con se stessi e sbloccarsi da paure e tabù. “Per riprendere contatto con il proprio corpo consiglio il gioco n.1, “voglia di guardare (solo)”, dove ci si spoglia davanti allo specchio lentamente, regalandosi uno striptease personale, che permette di osservare con attenzione particolari della propria fisicità, rivalutandola”, afferma lo psicologo. Per le coppie appena nate, intente a conoscersi, si possono provare posizioni “come quella del gioco n.18, Dune di sabbia” (lui è disteso sul dorso, lei è sopra e gli mostra la schiena). Qui la donna ha piena libertà di movimento e può stimolarsi, liberandosi così da ogni rigidità, mentre l’uomo può assaporare uno spettacolo “retroscena”, che stimola in lui il senso di trasgressione”.
E per le coppie in crisi? “Per chi vive un momento di impasse è importante mettere da parte rabbia e malesseri, prima di mettersi a letto. Si può sperimentare il gioco n. 26 Coloriamoci, dove suggerisco il body painting, disegnando sul corpo come se fosse una tela. Qui le armi vincenti sono l’ironia e l’allegria, che creano complicità e un senso di benessere”.

Fonte: d.repubblica.it

Saluti
dr. De Vulvis Maximo

Tatuaggi di coppia per condividere…

12/04/2013

…proprio tutto!

20130412-141520.jpg

Alla domanda quale sarà quello più adatto a voi? Siete innamorate e non vedete l’ora di fare un tatuaggio con il vostro partner?

Sempre più spesso accade che le coppie (perlomeno quelle più affiatate) decidano di recarsi dal tatuatore di fiducia per suggellare il proprio amore con un tatuaggio, ma quale sarà il disegno più adatto?
Personalmente non posso definirmi esattamente una fan dei tatuaggi di coppia, un po’ per scaramanzia, un po’ per lungimiranza (del resto, le cose della vita non si possono mai sapere). Detto questo, devo comunque ammettere che talvolta alcuni tatuaggi “di coppia” sono effettivamente molto belli.

Uno dei tatuaggi più belli per le coppie innamorate è quello che recita “I love him”, “I love her”, rispettivamente tatuati su una parte del corpo “di lei” e “di lui”. Per questo tipo di tatuaggio, normalmente si tende a preferire parti del corpo come il polso o l’avambraccio.
Molto artistico ed originale è anche il tatuaggio che si “completa” solo se accostato a quello del partner, un tatuaggio che – naturalmente – andrà fatto solo ed esclusivamente se siete certi del fatto che il vostro amore sarà “per sempre”. Seguendo lo stesso stile, potreste anche scegliere di farvi tatuare la parte di una frase, che si completerà solamente accostando il tattoo a quello del compagno.

Un piccolo anello tatuato sull’anulare (come se fosse una vera e propria fede nuziale) è senza dubbio un altro tatuaggio romantico, un tatuaggio che simboleggia un vero impegno nei confronti del proprio partner e della storia d’amore che state vivendo. Molte coppie optano infine per i classici simboli dell’amore, dal più comune cuoricino fino al simbolo dell’infinito, finendo poi con l’iniziale del nome della persona amata.
Insomma, le “idee tattoo” per suggellare il proprio amore non mancano di certo, non vi resta dunque che riflettere sulla scelta che state per compiere, e trovare il tatuaggio che più vi rappresenta!

Fonte: vitadicoppia.blogosfere.it

Saluti
dr. De Vulvis Maximo

La dieta in coppia funziona meglio

08/04/2013

20130407-132232.jpg
In salute e in malattia. E forse anche nella dieta. La dieta di coppia funziona meglio di quella condotta in solitudine. Se le feste appena trascorse hanno lasciato qualche chilo in più su pancia e fianchi, mettersi a dieta in due aumenta le probabilità di successo e migliora i risultati. Ne sono convinti i ricercatori del Research Triangle Institute, in North Carolina, che hanno indagato i benefici delle “dieta twist” su oltre 1.700 persone di cui 400 coppie.

Lo studio, presentato durante il 34/esimo congresso della Society of Behavioral Medicine, non lascia dubbi in proposito. Quando a mettersi a stecchetto sono coniugi o fidanzati, gli effetti sul girovita sono più evidenti rispetto alle “diete in solitaria”.

Forza del reciproco incoraggiamento o circolo virtuoso dei comportamenti? Sicuramente, come afferma Lewis, “il partner rappresenta la chiave per dimagrimenti efficaci, specialmente se devono calare entrambi di peso”.

Fonte: salute24.sole24ore.it

Saluti
dr. De Vulvis Maximo