Il tuo bimbo ti scopre nell’intimità?…

20130324-161753.jpg
Per quanto i genitori vogliano mantenere una totale intimità durante i loro rapporti sessuali, è probabile che qualche volta per disattenzione o per semplice curiosità infantile, siano stati sorpresi dai propri figli.

Chiaramente è una situazione scomoda, poiché si coniugano in quel momento una serie di fattori, molti dei quali vengono liberati dalla vergogna e generano una serie di conflitti.

E, a questo punto, iniziano le domande angosciose del padre e della madre: “Gli avremo generato un trauma? Perderà la fiducia in noi? Cambierà atteggiamento?

Lo psicologo, Alessandro Caravera, coordinatore Pratica Clinica presso l’Università delle Ande,
mette in guardia che “in simili situazioni la cosa fondamentale, da parte degli adulti, è che ci sia l’interesse esplicativo di sapere come il piccolo ha recepito l’avvenimento; poiché non sarà mai vantaggioso un atteggiamento eccessivamente negativo da parte dei genitori. Ma, neanche supporre a priori che non sia accaduto niente”.

“In termini generali, è fondamentale separarsi dalla propria angoscia di adulti – quella di sentire vergogna, o pensare che sia accaduto qualcosa di dannoso – la quale può essere captata negativamente dal bambino. Parlando del tema col figlio, è fondamentale considerare la sua età, perché questo determina quanto sia capace di comprendere, e in quale forma è necessario esporre il tema”, continua lo psicologo.

Caravera, tende anche a puntualizzare che, certune volte, questo accadimento può non creare assolutamente problema al piccolo, ma consiglia i genitori di porre attenzione a determinate circostanze.

“E’ sperabile che gli adulti siano diligenti all’interno della casa. Perché ciò che risulta necessariamente traumatico e impossibile da essere pensato da un bambino è che i genitori lo espongano coscientemente o inconsciamente a questo tipo di situazioni, la qual cosa darebbe luogo a un mal funzionamento, definito perverso, del comportamento della coppia”, aggiunge lo psicologo.

Pertanto, normalità e maturità sono le cose migliori per agire con avvedutezza e gran semplicità, assumendo un comportamento completamente sereno, invece di nascondersi in un pudore che può arrivare ad essere frainteso e ingrandire molto più l’evento, perché queste situazioni possono succedere, e se scaturiscono accidentalmente, non devono essere obbligatoriamente traumatiche.

Comportarsi così aiuterà i genitori a non sentire tanta vergogna o colpevolezza che, spesso, tendono ad essere sentimenti paralizzanti e che non aiutano ad elaborare la situazione. È importante che i genitori sappiano che parlare troppo insistentemente della cosa può risultare dannoso per il bambino, specialmente se non è fatto in forma adeguata, non prendendo in considerazione le sue necessità.

Nello stesso modo, raccomanda il Dr. Caravera, occorre mantenere una comunicazione chiara e comprensiva verso i figli, spiegandoli con certezza e semplicità i fatti naturali della vita, ovviamente senza includere dettagli sessuali non necessari al commento, affinché il piccolo possa relazionare quello che ha osservato con l’espressione d’amore dei genitori.

Fonte: totalita.it

dr. De Vulvis Maximo

Annunci
Explore posts in the same categories: comunicazione, Sesso

Tag: ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: