Arezzo 29…in tre minuti!

20130104-212910.jpgDevo ringraziare il mio amico Gianni che ieri sera mi ha offerto la possibilità di divertirmi infinitamente con l’opera “Arezzo 29… in tre minuti” (Tassista veloce), messo in scena dalla compagnia teatrale della quale fa parte.

La trama e l’argomento dell’opera oltre ad essere attuale é molto divertente per i doppi sensi e le situazioni imbarazzanti che si generano.
Vi riassumo la trama per permettervi di capire a cosa faccio riferimento:

Salvatore é un tassista, con la moglie Vincenza non riesce ad avere figli. Caso vuole che il tassista diventa padre a seguito di un rapporto sessuale con una donna sposata con un pregiudicato del quartiere. Salvatore, porta a casa il bimbo spacciandolo per abbandonato nel suo taxi. La signora Vincenza, inconsapevole, accoglie come un segno del destino questo bimbo, affezionandosi ad esso come una novella madre, lo chiama con il nomignolo “Cicchillotto”.
Il problema nasce quando la vera mamma, avvisa Salvatore che il bimbo dovrà tornare da lei perché il marito, che verrà scarcerato a breve, pensa che sia figlio suo. Il tassista in caso contrario rischia la vita se scoperto il tradimento.

Non entro nei dettagli, ma nascono tante situazioni intricate ed esilaranti, che ripercorrono fatti ed eventi dei nostri giorni.
Tante coppie si rivolgo a mediatori familiari, come nel mio caso, per metabolizzare tradimenti e scoperte scomode, come nel caso di cicchillotto.
Mi diverte pensare che spesso queste situazioni possono destabilizzare la coppia, ma in modo sano. Perché permettono ai coniugi di conoscere i loro limiti, e cosa ha generato la rottura o meglio lo scollamento rispetto a quelli che sono gli ideali del singolo.

I miei complimenti agli attori che dopo la prima di ieri sera, ripeteranno questa fantastica opera nelle prossime serate con un successo di folla.

Saluti
dr. De Vulvis Maximo

Annunci
Explore posts in the same categories: creatività, cultura, Tradimento

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: